Who says woman says harm

Rimaniamo sull'argomento donna e quindi, per titolo di questo capitolo, scegliamo un altro proverbio italiano che forse manca in inglese perché, se ci fosse, Holmes lo avrebbe senz'altro usato. Infatti, sia Holmes che Watson citano spesso proverbi e modi di dire che spesso sono identici in italiano:

"Surely the game is hardly worth the candle"

"Sicuramente il gioco non vale la candela"

(p. 67)

“All is well that ends well,” said Holmes.”

"Tutto è bene quel che finisce bene", disse Holmes.”

(p. 103)

anche se nessuno dice mai So much goes the cat to the bacon that lose the little paw, peccato.

Intanto diciamo subito che da un uomo del XIX secolo non possiamo aspettarci un'idea di donna emancipata:

"This hat has not been brushed for weeks. When I see you, my dear Watson, with a week’s accumulation of dust upon your hat, and when your wife allows you to go out in such a state, I shall fear that you also have been unfortunate enough to lose your wife’s affection."

"Questo cappello non è stato spazzolato da settimane. Quando vi vedrò, mio ​​caro Watson, il cappello con la polvere di una settimana e quando vostra moglie vi farà uscire in tale stato, comincerò a temere che anche voi siate stato tanto sfortunato da perdere l'affetto di vostra moglie."

(p. 203)

dice in ASH7, sottintendendo che il compito di una moglie affezionata sia quello di spazzolare il cappello, cucinare, lavare i piatti, preparare il tè e così via.

È proprio durante la seconda metà del XIX secolo che le donne cominciano a lottare seriamente per i loro diritti, ma non possiamo immaginare che un narratore come Watson, che rappresenta il buon senso comune, possa essere sensibile all'argomento quando le stesse scrittrici non simpatizzavano per le portavoce del loro genere. Un esempio noto a tutti: in Mary Poppins, romanzo di Pamela Lyndon Travers scritto, fra l'altro, nel 1934, quando le donne qualche diritto lo avevano già conquistato; la madre di Jane e Michael è un'attivista che lotta per il voto alle donne, invece di badare ai propri figli. Devo ammettere di non aver letto il romanzo e può darsi che la Disney ci abbia messo il carico da undici, ma Lyndon Travers partecipò alla realizzazione del film e, a quanto pare, non trovò nulla da ridire sul fatto che la questione venisse decisamente ridicolizzata (alla fine, la fascia del movimento di liberazione diventa addirittura la coda di un aquilone.) Se si pensa che l'autrice ebbe una vita intensa, arricchita da molteplici interessi, questa miopia sul problema dell'emancipazione femminile ci pare ancor più strano, non fosse che con quel libro contava di farci soldi e una visione più spregiudicata avrebbe senz'altro nociuto alle vendite.

Ma, come dice il Maestro:

" ... the strangest and most unique things are very often connected not with the larger but with the smaller crimes ... "

" ... le cose più strane ed eclatanti molto spesso sono connesse coi crimini minori, non con quelli più importanti ... "

(p. 137)

Dunque sono gli indizi insignificanti quelli che mettono sulla buona strada. Leggiamo allora questo brano che non ha a che fare esplicitamente con le donne. Siamo in ASH2, p. 146, Holmes, a notte fonda, sta finalmente spiegando a Watson come sia arrivato alla soluzione del caso della Lega dei Capelli Rossi: "Had there been women in the house, I should have suspected a mere vulgar intrigue." letteralmente: "Ci fossero state donne in casa avrei sospettato un intrigo assolutamente banale." "Vulgar", ovviamente, non significa che è un intrigo che dice un sacco di parolacce ma, analogamente all'accezione latina,  comune, corrente, ordinario. Infatti Holmes continua: "That, however, was out of the question. The man’s business was a small one, and there was nothing in his house which could account for such elaborate preparations, and such an expenditure as they were at." Sempre alla lettera: "Quello, naturalmente, era fuori discussione. Il giro d'affari di quell'uomo era modesto e in casa sua non c'era nulla che potesse giustificare un'organizzazione così elaborata e un tale dispendio di denaro." Una persona del nostro secolo forse non comprenderebbe quanto questo ragionamento fosse conseguente, infatti entrambe le traduttrici aggiungono una parola che non c'è. Maria Gallone scrive: "Se nella casa ci fossero state donne, avrei pensato a un banale intrigo sentimentale", e Nicoletta Rosati Bizzotto: "Se in casa ci fossero state delle donne avrei potuto pensare a un puro e semplice intrigo amoroso[1]." Quando "sentimentale" o "amoroso" non sta scritto da nessuna parte, né è implicito, né è coerente coi periodi successivi, ma le nostre traduttrici ce l'hanno dovuto aggiungere perché altrimenti il ragionamento per loro non aveva nessuna logica e, a questo punto, sarebbe interessante chiedersi se a loro non sembrava logico proprio perché sono donne, ma poi non la finiamo più; comunque avranno pensato a un refuso, invece "sentimentale/amoroso", semplicemente, non c'è, né ci sarebbe dovuto essere. Perché le donne non sono razionali, ma istintive. Questo altro brano di ASH6, apparentemente anodino, se non addirittura encomiastico, dimostra quanto appena detto; Neville St. Claire è scomparso, Holmes teme il peggio, ma la moglie "sente" che Neville è vivo  e vegeto:

“Oh, you must not discourage me, Mr. Holmes. I know that all is well with him. There is so keen a sympathy between us that I should know if evil came upon him. On the very day that I saw him last he cut himself in the bedroom, and yet I in the dining-room rushed upstairs instantly with the utmost certainty that something had happened. Do you think that I would respond to such a trifle and yet be ignorant of his death?”

"I have seen too much not to know that the impression of a woman may be more valuable than the conclusion of an analytical reasoner."

"Oh, non mi scoraggiate, signor Holmes. Sento che lui sta bene. C'è una tale sintonia fra noi che se gli fosse successo qualcosa di male lo sentirei. L'ultimo giorno che lo ho visto, prima di uscire si era ferito in camera da letto, io ero in sala da pranzo eppure sono corsa subito di sopra, certa che gli fosse successo qualcosa. Pensate che riesca a intuire una tale sciocchezza e ignorare la sua morte?"
 

"Ne ho viste abbastanza per non sapere che l'intuito di una donna può valere di più delle conclusioni del più sottile ragionatore."

(p. 193)

Dunque, anche se alla fine Mrs. St. Claire non sbaglia, a giudarla non è la ragione, ma una sorta di istinto animale che Holmes rispetta come potrebbe rispettare il fiuto di un cane. Il motivo è che nel XIX secolo si riteneva che la donna non fosse in grado di pensare a un piano elaborato come quello di ASH2, forse nemmeno di pensare; quindi l'intrigo ordito da una donna, seguendo semplicemente il suo istinto animale, non può che essere "vulgar".

Perciò Irene Adler ha impressionato così tanto Sherlock Holmes.

Questo era il mondo allora; di strada ne è stata fatta, poca, ma ne è stata fatta.

Tornando a Holmes, il parere di Watson è che Holmes detesti le donne:

His aversion to women and his disinclination to form new friendships were both typical of his unemotional character.

La sua avversione per le donne e la sua riluttanza a stringere nuove amicizie erano entrambe tipiche del suo carattere privo di emozioni.

(p. 373)

scrive in MSH9, però, leggendo attentamente, Watson sbaglia: Holmes non è un vero e proprio misogino; tutti i suoi commenti sulle donne denotano più diffidenza che malevolenza. Ha spesso parole di elogio per le donne, non solo per Irene Adler; non ha alcuna difficoltà a riconoscere i meriti e, più raramente, l'avvenenza delle donne che incontra nelle sue avventure, ricordiamo questo apprezzamento fatto direttamente a Miss Violet Hunter in ASH12:

"You seem to me to have acted all through this matter like a very brave and sensible girl, Miss Hunter. Do you think that you could perform one more feat? I should not ask it of you if I did not think you a quite exceptional woman."

"Mi sembra che, durante tutta questa faccenda, vi siate comportata da ragazza molto coraggiosa e sensibile, signorina Hunter. Pensate di poter compiere un'altra impresa? Non ve lo chiederei se non vi ritenessi una donna eccezionale."

(p. 273)

e le parole di elogio, oltretutto scritte di suo pugno, per Maude Bellamy di CSH9, che potrebbe addirittura far pensare a un amore senile, non fosse che Holmes mette subito le mani avanti:

Women have seldom been an attraction to me, for my brain has always governed my heart, but I could not look upon her perfect clear-cut face, with all the soft freshness of the downlands in her delicate colouring, without realizing that no young man would cross her path unscathed.

Le donne raramente mi hanno attratto, perché il mio cuore è sempre stato dominato dal mio, ma non potevo guardare il suo volto perfetto, con la dolce freschezza delle colline che lo dipingevano delicatamente, senza rendermi conto che nessun giovane avrebbe potuto resisterle.

(p. 946)

She listened to a short account from my companion, with a composed concentration which showed me that she possessed strong character as well as great beauty. Maud Bellamy will always remain in my memory as a most complete and remarkable woman.

Ascoltò il resoconto del mio compagno, con una concentrazione e compostezza che dimostravano che, oltre alla grande bellezza, possedeva un carattere forte. Maud Bellamy rimarrà sempre nella mia memoria come una donna completa e straordinaria.

(ib.)

Holmes dimostra un sincero apprezzamento anche per Mary Morstan, ma rimane sospettoso. Esemplare la sua prima osservazione sulle donne in S4:

“I would not tell them too much,” said Holmes. “Women are never to be entirely trusted,—not the best of them.”

"Non direi loro mai troppo", disse Holmes. "Non ci si deve mai fidare del tutto delle donne, neppure delle migliori."

(p. 95)

quasi a mettere in guardia il buon Watson, innamorato della bionda Mary.

Sembra che Holmes non si fidi delle donne semplicemente perché non le capisce:

“Who knows, Watson? Woman’s heart and mind are insoluble puzzles to the male. Murder might be condoned or explained, and yet some smaller offence might rankle."

“Chi lo sa, Watson? Il cuore e la mente della donna sono enigmi insolubili per l'uomo. Potrebbero giustificare e perdonare l'omicidio mentre il minimo affronto le rende irascibili."

(p. 853)

dice in RSH13:

"Tuttavia i comportamenti femminili sono imperscrutabili. ... Come è possibile costruire su queste sabbie mobili? Si potrebbero scrivere libri sulle loro azioni più banali oppure il loro comportamento più inconsueto può dipendere da una forcina o da un arricciacapelli."

"Tuttavia le motivazioni delle donne sono imperscrutabili. ... Come si può costruire su queste sabbie mobili? Si possono scrivere libri sulle loro azioni più banali oppure il loro comportamento più straordinaria può dipendere da una forcina o da un arricciacapelli."

(p. 572)

dice in CSH1, infine questa osservazione in CSH6:

"... women lead an inward life and may do things beyond the judgment of a man."

" ... le donne hanno una loro vita interiore e possono fare cose che sono oltre la comprensione di un uomo."

(p. 684)

è chiaro che, per la sua mente razionale, le donne hanno un comportamento illogico e lui, a volte, ne approfitta:

"When a woman thinks that her house is on fire, her instinct is at once to rush to the thing which she values most. It is a perfectly overpowering impulse, and I have more than once taken advantage of it.

...
A married woman grabs at her baby; an unmarried one reaches for her jewel-box. Now it was clear to me that our lady of to-day had nothing in the house more precious to her than what we are in quest of. She would rush to secure it."

"Quando una donna pensa che la casa stia andando a fuoco, il suo istinto immediato è quello di precipitarsi verso la cosa a cui tiene di più. È un impulso insopprimibile e più di una volta ne ho approfittato.
...
Una donna sposata si precipita sul suo bambino; ​​una nubile prende il suo portagioie. Era chiaro che la nostra signora in casa non avesse nulla di più prezioso di ciò che stavamo cercando e era corsa a salvarlo."

(p. 131)

dice sempre in ASH1, anche se non vediamo cosa ci sia di irragionevole in un comportamento come questo. Perché gli uomini sono razionali, ma le donne sono istintive, teatrali, melodrammatiche, isteriche:

"... even the rawest investigators must be struck by the absence of the usual feminine ululation."

"... anche gli investigatori più ottusi devono essere colpiti dall'assenza del solito ululato femminile."

(p. 684)

dice, meravigliato dal fatto che la presunta vedova Douglas di VF non ululi e, si ricorderà:

"I came over at once to London, called in my own person at Baker Street, threw Mrs. Hudson into violent hysterics ... "

"Sono venuto subito a Londra, sono andato a Baker Street, provocando una violenta crisi isterica alla signora Hudson ..."

(p. 418)

non è chiaro come avrebbe dovuto reagire vedendo all'improvviso una persona che credeva morta tre anni prima, ma è un fatto che si sia fatta prendere dall'isteria.

Anche nei gusti le donne sono inutilmente sfarzose. A dire il vero non saprei se questa frase sia discriminatoria delle donne o degli omosessuali, ma discriminatoria è, sta al lettore decidere. Si parla dell'arredamento della casa di Eduardo Lucas di RSH13:

In the window was a sumptuous writing-desk, and every detail of the apartment, the pictures, the rugs, and the hangings, all pointed to a taste which was luxurious to the verge of effeminacy.

"Sotto la finestra c'era una sontuosa scrivania e ogni dettaglio dell'appartamento, i quadri, i tappeti e gli arazzi, indicavano un gusto raffinatissimo al limite dell'effeminatezza."

(p. 573)

Comunque sia, a prescindere dalla valutazione del lettore, questo brano descrive molto bene quale fosse l'ideale virile dell'epoca; si può star certi che Holmes non fosse solo nello sminuire le donne.

Da dove nasce questa diffidenza per il gentil sesso? Il canone non ci illumina in proposito, ma gli apocrifi sì. Abbiamo già citato e citeremo ancora l'impagabile The seven-per-cent solution, di Nicholas Meyer, dal quale è stata tratto uno dei migliori film holmesiani. Nel romanzo Freud ipnotizza Sherlock Holmes, che qualche problemino - effettivamente - ce l'ha, e riesce a scoprire che Holmes padre uccise la moglie infedele. Questa trovata, che pare del tutto gratuita, trova un indizio anche nel Canone:

"I have no doubt that she loved you, but there are women in whom the love of a lover extinguishes all other loves, and I think that she must have been one."

"Non ho dubbi che vi volesse bene, ma ci sono donne per le quali l'amore di un amante estingue tutti gli altri affetti, e penso che per lei sia stato così."

(p. 259)

dice allo sconsolato zio di ASH11, tradito dall'amata nipote che fugge con l'amante.

È chiaro che sottoscriviamo la diagnosi del dottor Freud.